La Fornace - Benvenuti

alto contrasto
La Fornace - divisorio
Recupero


La Fornace - divisorio




Corsi e Formazione







La fornace torna a nuova vita nei primi anni '90 grazie alla felice intuizione della Confartigianato di Asolo che si propone di ridonarle, attraverso il recupero, quella centralitÓ simbolica ed economica a lungo rivestita nel territorio.

Acquisita la proprietÓ dell'area immobiliare viene indetto un concorso di idee per la progettazione del recupero a cui partecipano un significativo numero di affermati architetti. I criteri di aggiudicazione sono chiari e trasparenti e la gara, inaspettatamente, viene vinta da un giovane professionista allora sconosciuto: Radames Zaramella di Mogliano Veneto.

La realizzazione dell'intervento urbanistico Ŕ resa possibile dalla successiva costituzione di un Consorzio pubblico-privato, compartecipato dalla Confartigianato e dalle amministrazioni comunali locali, il quale riesce a raccogliere il necessario cofinanziamento attingendo in pi¨ fasi a risorse regionali, nazionali e comunitarie. La prima fase dell'intervento si realizza tra il 1998 ed il 1999, permettendo di ricavare circa 2000mq di spazi dedicati ad uffici, mostre, convegni e servizi vari.

La seconda fase inizia nel 2003 e si conclude nel 2005, con l'edificazione di un nuovo immobile, integrato al corpo principale della vecchia fornace, destinato ad ospitare un incubatore d'impresa e nuovi spazi per la cultura e la formazione.

I materiali utilizzati negli interventi di restauro riprendono la tradizione costruttiva locale e rispettano l'origine vetero-industriale del manufatto. Le parti nuove e quelle restaurate sono connesse da piani vetrati che sottolineano il legame tra vecchio e nuovo. Le scelte costruttive, come nel caso dell'imponente ciminiera, sono state effettuate cercando di modificare il meno possibile le strutture preesistenti per coniugare in modo armonico le esigenze di un restauro conservativo e quelle di un restauro interpretativo.

L'intervento immobiliare ha richiesto un investimento di circa dieci milioni di euro di capitali pubblici e privati, finanziamenti diretti a realizzare un'idea ambiziosa prima ancora di un suggestivo complesso immobiliare.


» Visita la Image gallery



La Fornace - divisorio
ACCESSO ALL'AREA RISERVATA   -   Powered by t2i